Il portale del turismo in provincia di Salerno, scopri il territorio e prenota la tua vacanza

 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / costieraamalfitana / comunipenisolaamalfitana / segidiomalbino / segidiomalbino /
testo su immagine
Tematismi
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 LocalitÓ
 Struttura


Previsioni Meteo

testo su immagine
<< MARZO  2017 >>
D L M M G V S
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
testo su immagine
  Italiano Inglese Spagnolo  

  Comune di Santo Egidio del Monte Albino


S.Egidio del monte albino - veduta



S. Egidio del Monte Albino sorge alle pendici dei Monti Lattari, sulla strada che, attraverso il valico di Chiunzi, porta a Ravello e alla Costiera amalfitana.

Le prime testimonianze archeologiche di insediamenti umani nell’area risalgono al II secolo a.C., mentre altri rinvenimenti, datati I e III secolo d.C., confermano che il centro, noto nel medioevo con il nome di Petruro, continuò a essere abitato anche in seguito. In epoca pre-romana la cittadina era governata dalla città di Nuceria Alfaterna, capitale della confederazione sannitica, di cui facevano parte Pompei, Stabia ed Ercolano. 

Quando nel 216 a.C. Annibale distrusse Nocera, i reduci crearono insediamenti sparsi in tutto il territorio e tra i tanti anche quello che in seguito prese il nome di Sant'Egidio. Nel 1113 il principe longobardo Giordano di Capua fece dono del monastero benedettino di Sant'Egidio all'abate del monastero di S. Trifone di Ravello (donazione poi confermata da Federico II di Svevia con altro atto del 1231), soltanto in questa circostanza si possono trovare riferimenti del casale in documenti scritti. 

Dalla metà del 1400 agli inizi del 1800,Sant'Egidio fu una delle Università della Civitas Nuceriae, una confederazione politico-amministrativa che ricalcava lo schema dell'antica confederazione sannitica. Quando, con la legge n. 211/1806 di Giuseppe Bonaparte, la Civitas Nuceriae fu soppressa, Sant'Egidio fu costituito in comune autonomo. Infine, nel 1865, con la nascita dello Stato unitario italiano, il consiglio comunale adottò per il paese il nome attuale di Sant'Egidio del Monte Albino.





 

testo su immagine