Il portale del turismo in provincia di Salerno, scopri il territorio e prenota la tua vacanza
 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / homeagromontipicentini / comuniagromontipicentini / sarno / sarno /
testo su immagine
Tematismi
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 Località
 Struttura


Previsioni Meteo

testo su immagine
<< LUGLIO  2017 >>
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
testo su immagine
  Italiano Inglese Spagnolo  

 

Comune di Sarno



Sarno, le cui origini sono antichissime, prende il nome dal monte che la sovrasta. Gli scavi archeologici hanno portato alla luce insediamenti risalenti all'età del bronzo antico, all'età' del ferro, all'epoca ellenistico romana, fino ad arrivare alla costruzione della Contea di cui sono ancora visibili i resti del castello medioevale, e agli insediamenti svevi, angioini e aragonesi
.
Il castello, costruito agli anni 758-786 d.C., fu voluto dal longobardo Arechi II, principe di Benevento, e si inserisce nel quadro del rafforzamento, per la valle del Sarno, delle difese militari contro le frequenti incursioni bizantine del ducato di Napoli. Il castello venne abbattuto alla fine del'400, a seguito della famosa congiura dei Baroni, ordita dal conte Francesco Coppola.

Nella zona sottostante sorse il primo nucleo abitativo della Sarno attuale, che in quel periodo e' uno dei 33 gastaldati in cui e' suddivisa la Longobardia meridionale. Nel 970 il principe di Salerno trasformò Sarno in contea e il longobardo Indulfo fu così il primo dei 43 feudatari che dominarono la città per oltre novecento anni . Fu feudo degli Orsini, dei conti di Nola, dei Coppola, dei Suttovilla, dei Colonna, in una fase storica in cui non si rilevano avvenimenti di particolare importanza.
Con l'avvento dei Medici che governarono dal 1690-1806, la contea venne elevata a ducato. In seguito Sarno dette un notevole contributo alla causa del Risorgimento.

Durante l'età contemporanea il comune, grazie alla ricchezza d'acqua, diventa un importante polo industriale canapiero, che riceve un ulteriore impulso quando, nel 1856, vi giunge la ferrovia. Nel secondo dopoguerra, in seguito alla grave crisi dei canapifici, sorgono numerose industrie conserviere, molto redditizie anche se attualmente l'intero settore attraversa una fase di stagnazione economica.




testo su immagine