Il portale del turismo in provincia di Salerno, scopri il territorio e prenota la tua vacanza

 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / homecilento / comunicilento / montecorice /
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 Località
 Struttura
Agenda Eventi della provincia di Salerno
<< NOVEMBRE  2019 >>
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

     Comune di Montecorice

Stemma del comune di Montecorice

 



A sud di Castellabate, doppiata Punta Licosa e superata la spiaggia d'alghi di Ogliastro, la Costa cilentana si fa frastagliata, dura, rocciosa. Il primo centro che si incontra sulla costa è Case del Conte, una delle due frazioni marine di Montecorice. Località di villeggiatura che offre al turista le condizioni ideali per trascorrere un periodo di assoluto relax, Case del Conte è famosa per le sue Ripe Rosse, rocce a picco sul mare coperte di pini d'Aleppo. Il centro antico della frazione è rimasto miracolosamente intatto, e vale una visita.

Superata Case del Conte, si giunge nella seconda frazione di Montecorice: Agnone, che ha conservato le sue caratteristiche di antico borgo marinaro. I suoi abitanti, nel passato, erano dediti soprattutto alla lavorazione delle corde per la pesca. Oggi di quell'antico mestiere non restano che pochissime tracce. Tuttavia Agnone conserva un tratto di litorale tra i più antichi del Cilento.

Oltre ai due borghi marini, Montecorice, che affonda le sue radici in epoca Longobarda, è articolato in quattro frazioni interne che costituiscono la "Socia", un termine che deriva da "sors", vale a dire la quota di terra assegnata in tempi passati ad ogni famiglia a garanzia della sua sopravvivenza. Nel centro di Montecorice, di grande interesse storico, artistico e architettonico sono la Chiesa di San Biagio, risalente al XVI secolo, e le cappelle collegate. Perfettamente conservato anche un caratteristico Mulino a vento, che domina il complesso rurale sovrastante l'abitato. A ridosso del Mulino a vento, affiancato da moltissimi mulini ad acqua che sorgono nelle corti del centro antico, si trovano la caratteristica fontana di Sant'Angelo e la cappella dedicata a Santa Maria delle Grazie.

Non mancano le attrazioni nei quattro borghi della Socia, ricchi di testimonianze artistiche e monumentali. Merita una segnalazione particolare la Chiesa di San Salvatore, risalente al XII secolo, sede parrocchiale della Socia. Tutti e quattro i centri storici abbondano di palazzi gentilizi risalenti a varie epoche storiche, il più famoso dei quali è sicuramente la Torre marchesale di Ortodonico, del XIII secolo. All'interno della Torre ha trovato ospitalità il Museo della Civiltà Contadina che, oltre a custodire la memoria dei centri rurali cilentani, è protagonista di numerose iniziative di promozione socio-economica del territorio.


Info Utili:
Comune di Montecorice
testo su immagine