• Nocera superioreArea archeologica
  • Nocera inferiore - priscoPrisco Cupola della Congrega del Santissimo Rosario
  • Montecorvino rovellaChiesa di Sant’Ambrogio
  • Nocera SuperioreBattistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore
  • Nocera SuperioreBattistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore
bh_011 bh_022 bh_033 bh_044 bh_055
 
 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / homeagromontipicentini / homeagromontipicentini /
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 LocalitÓ
 Struttura
Agenda Eventi della provincia di Salerno
<< MARZO  2017 >>
D L M M G V S
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
testo su immagine
  

Monti Picentini e l’Agro Nocerino Sarnese

Nocera BattisteroL’Agro Nocerino Sarnese
 
In provincia di Salerno, situato nella pianura del fiume Sarno, tra le catene dei Monti Lattari e dei Monti Picentini, vi è il territorio dell'Agro Nocerino Sarnese.
 
La zona, che rappresenta uno dei polmoni dell'agricoltura in provincia di Salerno, comprende i Comuni di Angri, Castel San Giorgio, Corbara, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Roccapiemonte, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Sant’Egidio del Monte Albino, Sarno, Scafati e Siano.
 
La fertilità del terreno ha determinato la caratterizzazione della zona Agro Nocerino Sarnese quale filiera del settore agroalimentare salernitano.
Il nucleo di questa attività è senza dubbio la produzione del pomodoro San Marzano Dop, le cui conserve e derivati lo rendono uno tra i prodotti tipici italiani riconosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. Tutta l'economia della zona dell'Agro è comunque molto vitale, grazie alla presenza di numerose industrie di tabacco e di lavorazione della canapa e delle fibre tessili.
 
Economia e non solo: l'Agro Nocerino Sarnese è infatti una delle zone della provincia di Salerno, caratterizzata da numerosi beni artistici e storici.
Tra questi, a testimonianza dell'importanza della zona nell'antichità, l'area archeologica di Nuceria Alfaterna, ma anche chiese e soprattutto antiche ville e castelli, come Villa Calvanese a Castel San Giorgio, il Castello Doria ad Angri e il Castello Fienga di Nocera.
Questi ultimi in particolare, durante il periodo estivo, sono sede di numerose manifestazioni di carattere diverso, dalla musica all'arte, dal folklore alla gastronomia, in un continuo mescolarsi di riti cristiani e tradizioni pagane.
 

monte monnaIn provincia di Salerno, dalla piana del fiume Picentino a quella del fiume Irno, a cavallo della provincia di Avellino, sorge la zona dei Picentini, una delle realtà turistiche più importanti del territorio salernitano.
 
La Zona dei Picentini, grazie alla sua collocazione strategica, tra la città di Salerno, la Costiera Amalfitana ed il Cilento, si propone ai turisti che desiderano trascorrere una vacanza alla scoperta di un territorio sorprendente, caratterizzato da scenari naturali unici al mondo, antichi sapori e soprattutto tranquillità: tutti elementi che rendono la zona dei Picentini il fiore all’occhiello della provincia di Salerno per ciò che riguarda il turismo rurale.
 
Il territorio, di cui fanno parte i Comuni di Acerno, Castiglione del Genovesi, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Piana, Olevano Sul Tusciano, Montecorvino Rovella, Montecorvino Pugliano, San Cipriano Picentino e San Mango Piemonte, è definito il “serbatoio d’acqua” del sud Italia: un ambiente fatto di colline ricoperte di macchia mediterranea, flora lussureggiante ideale per il trekking, valli e grotte di straordinaria bellezza.
 
Tutto, nella zona dei Picentini, invita il turista ad apprezzare i ritmi naturali, e l’intenso legame tra ambiente e prodotti tipici, rispetto del territorio e tradizione.
 
Luogo di vacanza ideale per chi ama il turismo enograstronomico, di cui i borghi dei Monti Picentini rappresentano uno dei maggiori esponenti di tutta la provincia di Salerno: carne pregiata, salumi, formaggi, ma soprattutto castagne, nocciole, funghi e tartufi, sono i protagonisti dei piatti tradizionali picentini, che possono essere gustati nei numerosi ristoranti della zona ma anche nel corso delle numerose sagre che vengono organizzate per promuovere le prelibatezze del territorio.
 
Tutti questi elementi non sarebbero però valorizzati senza un adeguato sviluppo di accoglienza dei flussi turistici: piccoli alberghi, aziende agrituristiche, bed and breackfast sparsi per tutti i borghi dei Picentini, offrono tutto l’anno genuina ospitalità, efficienza e servizi mirati a riscoprire i sapori e i profumi della vita semplice di campagna.


 

Scopri gli eventi

 

Scopri il comune

San Cipriano Picentino

testo su immagine

  Valid xhtml  Valid Css