• Paestumi templi
  • PaestumI Templi
  • EboliMuseo Archeologico
  • PaestumI Templi
  • ValvaVilla d’Ayala
bh_011 bh_022 bh_033 bh_044 bh_055
 
 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / homepianadelsele / riservanaturaledeimonti /
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 Località
 Struttura
Agenda Eventi della provincia di Salerno
<< MAGGIO  2017 >>
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
testo su immagine
testo su immagine
  Italiano Inglese Spagnolo  

La Riserva Naturale dei Monti Eremita e Marzano

Istituita nel 1993, la Riserva Naturale dei Monti Eremita e Marzano si estende per 3670 ettari in Provincia di Salerno. È situata nella parte est dell’alta valle del fiume Sele, ai confini con la Basilicata, ed è protetta dal WWF.
I centri abitati dei Comuni fanno da corona ad un territorio rigoglioso, ricoperto di boschi di faggio, acero, leccio, roverella e castagno. 

Da Colliano partono due sentieri del CAI che portano alla sommità del Monte Marzano a quota 1527, da cui si può godere di un panorama meraviglioso che abbraccia tutta la valle del Sele fino a Paestum.
A quote più basse dei monti Eremita e Marzano si incontrano querceti, castagneti e lecceti, con il sottobosco ricco di fragole, asparagi, caprifogli e pungitopi.
La Riserva dei Monti Eremita ospita una ricchezza faunistica importante, che testimonia la buona qualità ambientale dell'intera area protetta. 
I boschi di faggio e di quercia sono abitati da martora, gatto selvatico e tasso. Con un po' di fortuna è possibile notare i segni di presenza del lupo, mentre non è difficile avvistare, nelle aree più aperte, la poiana e il nibbio reale. Il falco pellegrino, lo sparviere ed il corvo imperiale cacciano tra le praterie ed i pascoli che si alternano ai boschi, dove vivono anche le allodole, le beccacce ed i fringuelli. 
Nei boschi a volte si può udire il rapido tamburellare del picchio rosso maggiore sui tronchi degli alberi, mentre la campagna è allietata dalla vivacità di cinciallegre, merli ed usignoli.

 

testo su immagine
Indietro
testo su immagine