Il portale del turismo in provincia di Salerno, scopri il territorio e prenota la tua vacanza

 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / costieraamalfitana / comunipenisolaamalfitana / praiano / praiano /
testo su immagine
Tematismi
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 Localit√†
 Struttura


Previsioni Meteo

testo su immagine
<< SETTEMBRE  2017 >>
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
testo su immagine
  Italiano Inglese Spagnolo  

 

 

Comune di Praiano

 

 

Stemma del Comune di Praiano    

Praiano - Panoramica


Famosa in tutto il mondo per i suoi paesaggi di grande suggestione e per una quiete quasi innaturale che rapisce l'anima anche al viaggiatore più disincantato, Praiano è uno splendido agglomerato urbano che si mimetizza tra i terrazzamenti coltivati a limoneti, dove il tramonto assume tonalità dorate.

Due paesi in uno che si affacciano sul mare della Costiera: da un lato lo sguardo segue il verso sinuoso della costa fino alla torre di Conca, dall'altro invece si perde fino ai colli di Fontanelle. Ma l'ubriacatura di scorci mozzafiato non è l'unica essenza di questi luoghi. Basta spingersi infatti presso la marina della Praia per riprendere contatto con la realtà dopo il lungo sogno ad occhi aperti.  Qui, attraverso una stradina che costeggia il mare, si arriva fin sotto la Torre di Praia, antica fortificazione, come tante altre di cui la Costiera è disseminata, posta a difesa dell'abitato contro le minacce dei Saraceni.
 

 

 

Anche la storia di Praiano è ricostruibile attraverso i suoi monumenti religiosi. Risalendo verso la Statale, la direzione da seguire è quella della Chiesa Parrocchiale di S. Luca Evangelista. Nel tempio sono conservati una reliquia del santo, un busto d'argento del 1694, tele del pittore Giovanni Bernardo Lama (La Madonna col Bambino e Francesco di Paola); la Madonna del Carmine, la Circoncisione; tele di Padovano di Montorio del 1572. Di grande interesse il pulpito ligneo, con pitture rappresentanti S. Pietro e S. Paolo; l'altare maggiore, il pavimento con le sue "riggiole" settecentesche che rappresentano angeli, putti, stemmi e fiori.

Particolare interesse destano anche la chiesa di Costantinopoli e il Monastero di Santa Maria a Castro, arroccato sul monte che domina la frazione di Vettica e abitato da monaci domenicani. Infine, l'altra chiesa parrocchiale dedicata a San Gennaro. Risalente al 1400 (fu poi ricostruita nel 1600) in essa si possono ammirare numerose opere, tra cui un'Annunciazione del 1696, il Martirio di San Bartolomeo di Giovan Bernardo Lama e la Sacra Famiglia (fine XVI sec.).

 

 

 

 

 

 

testo su immagine