Il portale del turismo in provincia di Salerno, scopri il territorio e prenota la tua vacanza

 NAVIGA PER:   DOVE ALLOGGIARE  - LA PROVINCIA DI SALERNO  - TEMATISMI - ITINERARI - EVENTI - MAPPE                  HOME  Welcome Page
Sei : Welcome Page / homeagromontipicentini / comuniagromontipicentini / angri / angriartecultura02 /
testo su immagine
Tematismi
testo su immagine
Territorio
testo su immagine
Le Zone
testo su immagine
 Cerca Cerca  
 
 Zona
 Localit√†
 Struttura


Previsioni Meteo

testo su immagine
<< GIUGNO  2019 >>
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
testo su immagine

  Comune di Angri
Arte e Cultura

Chiesa di San Benedetto

La chiesa, oggi posta in un cortile adiacente ma non visibile dalla strada principale, è di origine medievale e serve un quartiere autonomo della città di Angri, il casale di Ardinghi, che, come rivela il toponimo, è di fondazione medievale. 

Anche la chiesa è dello stesso tempo e dietro la facciata barocca si coglie la partizione a tre navate dell’interno. Restaurata di recente, quando sono tra l’altro affiorati resti di affreschi sottoposti rispetto all’attuale piano di calpestio, conserva, all’interno, un prezioso dipinto su tavola con Madonna e santi datato 1503, tra i più antichi esemplari di pittura rinascimentale della zona.


Chiesa SS.Annunziata 

Chiesa Dominicana della prima metà del XVII sec., divenuta Chiesa Parrocchiale della cittadina di Angri dal 1839, subisce con il sisma del 1980 gravi dissesti molto evidenti nella zona del tamburo. La volta a botte della navata centrale viene serrata da un anello di cordoli summitali ancorati alla muratura.  

L'intervento architettonico si occupa della esecuzione del nuovo tamburo e della nuova calotta, della revisione degli intonaci, delle nuove pavimentazioni e delle tinteggiature sia dell'aula della Chiesa che dei locali accessori. 

La strada principale e vari padiglioni, risalenti al secolo scorso e al nostro, che costituiscono interessanti esempi di archeologia industriale del Mezzogiorno e attendono un recupero e una riqualificazione.


Chiesa S. Maria di Costantinopoli

La chiesa di S. Maria di Costantinopoli sorse prima del 1700 per spontanee offerte del popolo. Situata nel casale ‘delli concilij’ fu chiamata comunemente ‘in coppa a’ cappella’. 

Si presume sia nata da una trasformazione o ricostruzione del tempio di un sito già destinato a luogo di culto, anche se la notizia più antica è del 1704. 

L’attuale struttura è frutto di un rimaneggiamento seicentesco, mentre solo recentemente, nel 1975, si è ridisegnata la facciata. Nello stesso anno fu aperta la porta più piccola sulla facciata e costruito un locale adiacente la Sagrestia.


Chiesa madonna della pace

La Chiesa della Madonna del Carmine sorse nel 1611, a cura dei religiosi Carmelitani, che dimoravano in un distrutto convento in località Camaldoli, e a spese dei nobili di Angri. Pregevoli il Santuario, d’un tenue barocco, la statua della Madonna datata 1718, i campanili dorici che affiancano la facciata, sul portale della quale è purtroppo andato perduto un pregevole affresco del 1800. 

Quella odierna, riaperta dopo il terremoto del 1980, è, in realtà, il locale originariamente destinato alle riunioni della confraternita. La Chiesa vera e propria è attigua. Costituita da una unica navata, ha due altari laterali. Durante il secolo scorso fu abbattuto l’altare maggiore con i due laterali per adeguare la struttura ai dettami dell’attuale liturgia.


Indietro

testo su immagine